Addio Bob…

bob-in-lab A fine agosto scorso, silenziosamente, con l’eleganza leggera che lo contraddistingueva, se ne è andato Robert Moog. Una persona che ha rappresentato un vero mito, per gli alfieri della popular music, come per i semplici appassionati.
Mi piace ricordarlo così: la prima volta che ho sentito il suo strano cognome è stato nel 1975 – avevo 13 anni. Era l’estate del tormentone del Guardiano del Faro, Amore grande amore libero, e non si sentiva altro sui juke-box che il tema sdolcinato di questo brano suonato con un timbro mai sentito prima.
Continue reading